giovedì 2 gennaio 2014

Auguri di un 2014 più che sostenibile

Buon 2014 a tutti!
Non si poteva iniziare diversamente il primo articolo dell'anno, un anno che auspichiamo portare maggior senso civico e responsabilità a tutti, in primis ai nostri amministratori e governanti.
Questo è il primo anno che vede GCS come realtà già presente sul territorio, con ancora tanti aspetti da migliorare, certamente, ma con le idee sempre più chiare su cosa voler dire, proporre e fare.
Anche quest'anno gli impegni non mancheranno, organizzeremo incontri sui temi che più riteniamo debbano godere della nostra attenzione, incontri che serviranno a conoscere e a conoscerci, e a capire meglio come possiamo conseguire quei risultati sociali che adesso ci sembrano così lontani ed irrealizzabili.

Tanto per provare a fare un veloce riassunto: nell'anno appena passato, nel periodo settembre-dicembre, le serate organizzate sono state ben 8, più una preparata con il Comitato RifiutiZero in Sala Consiliare, su un totale di 13 fine settimana disponibili, alle quali bisogna aggiungere l'inaugurazione della mostra fotografica "Ex-Moi Villaggio olimpico occupato", il presidio per la Costituzione, avvenuto in occasione della Manifestazione per la Via Maestra a Roma, e l'allegra festicciola per Halloween per i bambini.
Senza contare le ore dei laboratori per i più piccoli e per gli adulti: tante bellissime esperienze che hanno giovato all'apprendimento per i primi e alla condivisione per gli altri.

Insomma, tante cose sono state fatte nell'ottica della partecipazione e dalla convivialità, e spesso i consigli degli associati sono stati di grande aiuto per il nostro operato: preziose perle che ci hanno permesso spesso di risparmiare tempo, costi e fatica.

Nel 2014 vorremmo che tutto questo aumentasse, in quantità ma soprattutto in qualità.
Vorremmo interagire con ancora più realtà, e per questo faremo in modo di creare tante occasioni grazie alle quali ci sarà la possibilità di incontrarsi e di unire le nostre energie in un'ottica di prospettiva comune.
A partire già dall'8 gennaio, quando riapriremo la Biblioteca, rimasta chiusa in questo periodo per darci modo di rifiatare e di riorganizzarci per bene.
Per farlo nel miglior modo possibile confidiamo nella sempre maggior disponibilità degli associati: l'impegno condiviso diminuisce la fatica e non può far altro che migliorne il risultato. 

Il nostro motto, che ripetiamo abbastanza spesso perchè lo riteniamo un'ottima sintesi, è quell'esortazione pensata da un uomo considerato soggetto fondamentale della nostra costruzione culturale, Antonio GRAMSCI.
Un uomo che nelle difficoltà maggiori della vita seppe perseguire le proprie idee, idee finalizzate al benessere sociale e diffuso, idee sicuramente scomode, per quel potere che invece puntava all'esclusivismo e al benessere selettivo, un potere che infatti lo segregò e che cercò di renderlo incapace di proseguire la sua lotta. 
Ma la sua tenacia e la sua caparbietà vinsero sul giogo violento e assassino dei suoi carcerieri e le sue parole arrivarono dove nemmeno Gramsci stesso avrebbe mai potuto sperare.
Sì, certo, questo volle dire sacrificio, il più grande che si può chiedere ad un essere umano, ma nulla vale così tanto quanto il lascito di un insegnamento sublime per chi vien dopo. 
"Informatevi, Agitatevi, Organizzatevi", la chiave per evitare la triste e desolata deriva della nostra società risiede in questi tre semplici verbi, i quali racchiudono la volontà del sapere, la consapevolezza della responsabilità, la necessità dell'azione.

Questa sarà ancora la nostra rotta, e le nostre vele saranno ancora spiegate al vento dell'umanità che ci auguriamo continui a soffiare per condurci verso una grande e diffusa evoluzione... sostenibile.

1 commento:

  1. Io sono con voi, quando e come posso, nonostante la stanchezza, la tristezza, il lavoro che riprenderà tra 25 maledettissimi giorni, la talvolta inSOSTENIBILE pesantezza del mio essere...la vita è bella. Sara

    RispondiElimina