lunedì 15 settembre 2014

GCS incontra Domenico FINIGUERRA

Serata meravigliosa, quella di sabato sera, passata in compagnia di un generosissimo Domenico FINIGUERRA.
Una serata alla quale hanno partecipato volentieri anche gli amici di Vivi Piossasco e del Comitato Torinese di SALVIAMO IL PAESAGGIO.
Finiguerra, dopo aver presenziato ad un incontro nel pomeriggio, si è prestato molto volentieri a voler far visita alla nostra associazione raccontandoci della sua esperienza come Sindaco in quel di Cassinetta di Lugagnano, e delle scelte coraggiose e importanti che si è trovato a compiere in quel ruolo.
L’abbandono del consumo di suolo, la scommessa del rilancio del paesaggio e del territorio, il blocco vincolante del cemento selvaggio, e poi la nascita dei comitati locali e infine del Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio: insomma, sicuramente una filosofia di rottura, se paragonato a ciò che ci circonda.
Una strada certamente faticosa, legata ad un modo di agire diverso, che si basa sul rapportarsi con l’ambiente in maniera equilibrata e che oggi, benché non ci sia più lui ad amministrare, la cittadinanza di Cassinetta ha ormai fatto propria continuando a scegliere in questo senso.
La dimostrazione reale e concreta che la partecipazione e il coinvolgimento, unite ad una cultura sapiente e consapevole della necessità della sostenibilità, hanno vinto sulle scelte miopi e opportunistiche che altri amministratori spesso abbracciano rovinando e danneggiando irreparabilmente i nostri territori.

Insomma la presenza di Finiguerra in GCS l’altra sera ha dimostrato soprattutto una cosa: ESISTONO ALTERNATIVE! 
E sono praticabili, quando non addirittura necessarie, e chi sostiene il contrario è solo perché probabilmente ha interessi molto personali…

Un grazie particolare perché spesso, le persone umane, sentono il peso della rinuncia a viversi i momenti della loro in vita insieme ai loro cari, alla loro famiglia.
Però sanno anche che ciò che portano in giro è un messaggio importante, custodito all'interno di una figura significativa: persone così conoscono e praticano il valore del sacrificio e dell'impegno volontario, ed è per quello che poi vederle indossare la nostra maglietta ci riempie di grande orgoglio.

 

Nessun commento:

Posta un commento