lunedì 29 giugno 2015

GCS sostiene la petizione: Rompiamo le catene del debito greco!

Da Comitati ATTAC
Le popolazioni dell'Europa intera sono devastate dall'austerità, politica fallimentare e soluzione fittizia al problema dell'accumulazione dei debiti pubblici, la maggior parte dei quali sono stati causati dal salvataggio delle banche. I cittadini europei si aggiungono ai milioni di persone nei paesi in via di sviluppo che continuano a essere profondamente toccate dalla nuova crisi da debito e dai decenni di pesante austerità.La Grecia è in prima linea in materia di crisi del debito europeo. La popolazione greca è oppressa da un debito enorme e impagabile, che trova la sua origine nei prestiti fatti da irresponsabili banche europee, richiesti da una corrotta élite greca e dalla presenza di un network globale di paradisi fiscali che facilitano la fuga dei capitali dal paese. La Commissione per la verità sul debito greco ha iniziato a rivelare la profonda ingiustizia di questi debiti.

La crisi della Grecia, come quelle che l'hanno preceduta, non sono che i sintomi di un sistema finanziario globale che predilige gli interessi delle banche e delle élite finanziarie ai bisogni della popolazione, e i nostri diritti ad un alloggio garantito, a un lavoro decente e ad alcuni servizi pubblici essenziali, come l'acqua, la sanità, l'educazione.
Abbiamo urgentemente bisogno dell'annullamento dei debiti ingiusti, della cessazione di questa austerità forzosa e della creazione di nuove regole per contrastare le crisi del debito con prontezza ed equità, quando si manifestano.
La petizione:
Noi, cittadini e cittadine da tutta l'Europa, chiediamo:

  • Una conferenza europea sull'annullamento del debito greco come di altri paesi europei, che sia fondata sull'analisi di commissioni di audit pubbliche e finanziata dal denaro recuperato dalle banche e dagli speculatori finanziari, reali beneficiari dei salvataggi
  • La fine dell'applicazione delle politiche di austerità che provocano ingiustizia e povertà in Europa e nel mondo intero
  • La creazione di regole ONU per affrontare le crisi del debito dei governi con prontezza, equità e nel rispetto dei diritti umani, anche per informare banche e finanzieri che non continueremo a salvarle per le loro folli pratiche di credito.

    Qui per firmare: http://cancelgreekdebt.org/it/

Nessun commento:

Posta un commento